mercoledì 25 febbraio 2015

Madonnina Pop - Sguardi Sonori 2015

Madonnina Pop - Sguardi Sonori 2015 - Festival di Arte e Musica Contemporanea, organizzato dall'Associazione FaticArt
Venerdì 6 marzo, 2015 - dalle ore 19
Galleria STUDIO RA - Via Bartolomeo Platina, 1F
00197  Roma
http://www.studiora.eu/2015/03/06/nuovo-look-per-la-madonnina-del-duomo-di-milano/


Dal blog mentelocale.it - Milano
Nella capitale si inaugura una mostra dedicata alla statua dorata della Madonnina del Duomo di Milano. Hanno aderito 60 artisti che le hanno dato un nuovo look. Intanto, in città è polemica su dove mettere la copia a grandezza naturale.

Mentre Palazzo Marino stoppa la polemica sulla copia della Madonnina da sistemare in centro per l'Expo - la statua non verrà esposta in piazzetta Reale, ma dentro alla Cattedrale - la Galleria Studio.Ra di Roma chiude la call for ideas rivolta ad artisti, fotografi e illustratori per ideare un «nuovo look per la Madonnina del Duomo di Milano».

Al progetto, ideato dalla creativa milanese Raffaella Losapio, hanno partecipato decine di artisti, in maggioranza italiani, ma non è mancato un contingente straniero composto da coreani, cinesi, americani. In totale sono giunte oltre 60 proposte, tutte visibili a questo sito.
Il materiale inviato fa ora parte della collettiva Madonnina social pop che viene presentata giovedì 6 marzo dalle ore 18 nella sede della galleria romana (via Bartolomeo Platina, 1F). Per l'occasione, le diverse immagini di uguali dimensioni formeranno un'installazione-mosaico.

Come precisano gli organizzatori, l'iniziativa non intende utilizzare commercialmente il simbolo di Milano, ma di certo ai puristi farà un certo effetto vedere la statuetta dorata rivestita di colori abbaglianti, oppure moltiplicata da un programma di grafica o, ancora, ritagliata, segmentata, in una parola, trasformata.
Dopo l'esposizione nella capitale, da maggio 2015 i contributi creativi saranno a disposizione dei decisori politici e religiosi per eventuali attività espositive ma, come ci ha confermato la stessa organizzatrice, non è ancora previsto un passaggio milanese per la mostra.
LDe
Milano, 23 febbraio, 2015

Artisti:
Salvatore Anelli, Alessandro Antonucci, Roberta Banino, Tiziana Baracchi,Pier Roberto Bassi, Tiziana Befani, Luisa Bergamini, Jose Luis Bernardes, Guy Bleus, Giovanni Bonanno, Patrizia Jacomella Bonola, Cecilia Bossi, Rossana Bucci, Alfonso Caccavale, Vincenzo Ceccato, Giorgio Celon, Francesca Cho, Laura Cristin, Valentina Colella, Carmela Corsitto, Rosanna De Felice, Eleonora Del Brocco, Peppe Esposito, Marcello Diotallevi, Isabella Di Sagio, Monika Mori, Yue Fan, Cinzia Farina, Eligia Gentilucci, Maria Vittoria Bavarelli, Michela Giovinetti, Rosy Imbrogno, Gabriele Innamorati, Bijou d'Isabelle, Benedetta Iandolo, La Fabbrica delle Scimmie, Raffaella Losapio, Xing Liu, Calogero Marrali, Virginia Milici, Assunta Mollo, Antonella Paponi, Michel Patrin, Mauro Rea, Claudia Rivelli, Angelo Riviello, Vincenzo Russo, Rocco Salvia, Ilaria Santarelli, Roberto Scala, Giuseppe Scelfo, Giovanna Semerano, Fulgor Silvi, Gruppo Sinestetico, Silvia Stucky, Lucia Spagnuolo, Giancarlo Villani, Lili White, Qinggang Xiang...

Video di Carlo Fatigoni (www.faticart.org)


Una delle 60 Madonnine a cui è stato rifatto il look:
"Oh...Mia Bela", 
 (un "divertissement", come dicono i francesi),di Angelo Riviello




domenica 28 dicembre 2014

Progetto minimale, al fine di storicizzare la Chiena di Campagna

 Progetto minimale, al fine di storicizzare  la "Chiena" di Campagna

Associazione Utopia Contemporary Art
Via Carmine Cesarano, 17
84022 Campagna
spazioutopia@gmail.com

LETTERA APERTA (la seconda, a distanza di un anno quasi)
Al sindaco del Comune di Campagna
Dott. Roberto Monaco
Largo della Memoria
Campagna

Campagna, 28-11-2014

Oggetto: progetto minimale, al fine di storicizzare 
la Chiena-i suoi inizi con la salvaguardia-il recupero
e la nuova destinazione d'uso, in occasione (anche) del
suo 30° anniversario - come da Libro/Catalogo 
'A Chiena a Campagna- Kermesse Nazionale d'Arte
Contemporanea -

A seguito dell'incontro avuto, da parte della S.V. con il prof. Angelo Riviello, della Direzione Artistica Associazione "Utopia Contemporary Art", nel mese di Settembre c.a., 
SI PROPONE ALLA S.V.I. 
una bozza di progetto minimale, in progress, per una mostra da organizzare al Museo PAN della Città di Napoli, ed eventualmente in altre sedi museali di altre città italiane (come Roma, Milano,Torino o  Bari),  iniziando dall' occasione del 30° anniversario dell'evento fluviale la "Chiena", che scade nell'anno 2015, al fine di una sua STORICIZZAZIONE, partendo dagli inizi, e cioè dal 1982 (SALVAGUARDIA e RECUPERO post sisma 1980), e successivamente dal 1985 (NUOVA DESTINAZIONE D'USO, con l'ARTE e la Cultura del PRESENTE), con l'invito di artisti emergenti da tutta Italia, come Comitato "Amici del Museo", nel coordinamento artistico e di curatore, dei proff. Angelo Riviello (artista e scenografo), ed Enzo Di Grazia (critico d'arte). Ovviamente, le mostre continuerebbero anche dopo l'anno 2015, in altre sedi di città italiane, come lei stesso Sindaco ha auspicato, pensato e proposto, da individuare, oltre alla città di Napoli.

Il nostro desiderio, è che diventi un Progetto del Comune di Campagna, per la Città/Territorio di Campagna e di tutti i suoi cittadini, unitamente alla nostra collaborazione attiva, fatta soprattutto, di informazioni, di documentazione, di archivio, e di manovalanza, in quanto Associazione che ha ripreso l'attività artistica (non più realizzata dalla metà degli anni 90), come "Rassegna dell'Acqua- La Chiena", dal 2005 al 2011, interrotta, ancora una volta, per macanza di fondi, dal 2012 ad oggi. Come si spera che ci sia la collaborazione della "Pro Loco Città di Campagna", che dal 1995, organizza come Associazione a Statuto Nazionale, solo un aspetto ludico dell'evento, con la secchiata e la passeggiata nell'acqua, portandolo fino al riconoscimento da parte del MiBAC, del c.a. 2014.
Per tale bozza progettuale, l'Associazione Utopia, mette a disposizione tutto il materiale in suo possesso: Libro/Catalogo della Chiena del 1985 (stampato dalla Tipografia Boccia nel 1987, di cui avanzano solo due copie); molte opere di Mail Art e  Video Arte, e inoltre altra Documentazione specifica, attinente all'Evento Chiena (manifesti, depliant. locandine, articoli di riviste e quotidiani, on line e cartacee). Mentre alla Pro Loco, sono finiti tutti i manifesti, custoditi da Angelo Riviello fino al 1994 a San Bartolomeo, realizzati con i contributi del Comune di Campagna, dalla prima edizione, nel recupero della Nuova Chiena (1982) al 1994 (ultima Chiena di quegli anni 90, con l'arte e la cultura, e la sua spettacolarizzazione)...

Operatività
1) Ristampa del Libro/Catalogo in digitale (almeno una decina di copie), con tutte le opere pubblicate degli artisti invitati, e articoli, specifici e importanti, delle varie testate d'epoca, accreditate -

2) Sopralluogo nel Luogo della Memoria, di Via San Bartolomeo, ex Museo Civico-Casa Laboratorio-di Etno-Antropologia e d'Arte Contemporanea, per appurare lo stato di conservazione attuale, delle opere d'arte realizzate con LABORATORI IN SITO, raccolte, inventariate, e poi esposte con cura, dal prof. Angelo Riviello, prima (dal 1985 al 1987), durante il suo incarico, come convenzionato con il Comune di Campagna (1988-89 / 1989-90), e come volontario, subito dopo i lavori di restauro dell'ex Convento, da parte dell'ing. Enrico Petti, per le altre opere realizzate, sempre in occasione della Rassegna dell'Acqua - La Chiena, fino al 1994. 
Delle cosiddette Opere d'Arte realizzate nei Laboratori in sito, è stata fatta anche una Catalogazione, a cura dell'Arch. Ruggiero Bignardi (con la collaborazione dell'Ing. Tonino Del Giorno), di cui una copia originale a colori, giace nell'Archivo del Comune di Campagna, e un'altra (in fotocopia B/N), nella sede dell'Associazione Utopia.  

3) Tutto il materiale fotografico prodotto in quegli anni (dei laboratori, perfomances, spettacoli, azioni nell'acqua, vita quotidiana, le secchiate e passeggiate nell'acqua, etc.) con i contributi del Comune di Campagna, giacenti presso i signori delegati e incaricati alla fotografia, dal Comitato "Amici del Museo": Vito D'Ambrosio (bibliotecario, presso il Liceo Artistico di Eboli), Gelsomino Fezza (insegnate di Educazione Musicale), Dante De Chiara (Tecnico in una scuola lombarda, abitante in provincia di Milano), ma soprattutto il signor Antonio Corsaro (abitante a Campagna), impiegato comunale. 

N.B. Altro materiale fotografico, è in possesso, dell'Associazione Utopia, e sugli aspetti ludici, dalla Pro Loco di Campagna, e da molti altri cittadini privati, con la passione della fotografia (come Valentino Izzo, Tonino Maioriello e Gerardio Feniello), e del video...

4) Per il sopralluogo a San Bartolomeo - Luogo Della Memoria, si ricorda al Signor Sindaco, le opere pittoriche che l'artista Vera De Veroli (dell'avaguardia artistica napoletana , negli anni a cavallo tra il 1945 e il 1950), ha donato al Comune di Campagna, prima della sua dipartita, avvenuta nel 2005, tramite un atto di donazione ufficiale, sotto la prima Amministrazione Luongo, a cura dell'Assessore Nunzia Granito e del Consigliere Comunale di opposizione Germano De Chiara. Questo perché, fu realizzaata una mostra omaggio della De Veroli, in occasione della Rassegna dell'Acqua, edizione, anno 2006, e le opere da quel momento sono rimaste (pare) in detto sito, quando dovevano rientrare nella sede comunale di Largo della Memoria, custodite, con incarico dato all'impiegato (Ufficio Anagrafe), il signor Bruno D'Ambrosio, sia dal sindaco Luongo che dall'Assessore alla cultura Paoletta. L'Associazione Uopia, non fu più in grado di riportare le dette opere in sede, perché, non gli fu più concesso l'ingresso ufficiale all'ex Convento, con uno strano cambio improvviso della serratura. Da quel momento non abbiamo saputo più nulla, sullo stato di conservazione, anche di queste Opere IMPORTANTI dell'artista-pittrice Vera De Veroli.

5) Infine, almeno una decina di Cataloghi, realizzati con il contributo del Comune di Campagna, della Rassegna "Le Porte dell'Arte", del 1997, sempre come documentazione, da mettere a disposizione nelle possiibli mostre, sezione DOCUMENTI, con una selezione delle opere tenute esposte nel Palazzo Comunale, più pertinenti per i i fini prefissati.

N.B. Da sottolineare e da ricordare, che tutte le opere realizzate per la nostra città (da artisti italiani e stranieri), fino ad oggi,  ancora non è stato prodotto nessun ATTO DI DONAZIONE UFFICIALE, per motivi non meglio identificati, per le quali si PROPONE  e si CHIEDE UN MINIMO DI ESPOSIZIONE DIGNITOSA E PERMANENTE, IN UNO DEGLI STABILI DI PROPRIETA' DEL COMUNE DI CAMPAGNA, rientrando anch'esse, nella storia della nostra città, che copre un arco di tempo  ad iniziare dall'anno 1985 al 1997, fino all'anno 2005, anno di donazione delle Opere di Vera De Veroli.

Da parte invece dell'Associazione Utopia, c'è tutta la volontà di DONARE all'Ente locale, per una finalità di Bene Comune, una selezione delle Piccole Opere di Mail Art degli artisti che hanno aderito alla Rassegna dell'Acqua - La Chiena, dal 2005-2006 al 2011, come pure per la sezione Video- Arte. 
Signor Sindaco, dato che si tratta di una bozza progettuale in progress, sul come intervenire, su tutto il materiale documentario, logistica, e possiibli spese preventive minimali, ci affidiamo alle sue autorevoli decisioni. 

Intanto in attesa, tracciamo solo alcuni punti iniziali, che riteniamo basilari:
a) dopo un sopralluogo, secondo noi, va realizzato un primo restauro, fatto essenzialmente di pulitura di tutte le opere realizzate per la Chiena, sul tema dell'ACQUA, depositate a San Bartolomeo, compreso quelle di Vera De Veroli, con una verifica, anche delle altre esposte nel Palazzo Comunale, della Rassegna "Le Porte dell'Arte".
b) operare una selezione di quelle opere che più di tutte, hanno interpretato l'elemento ACQUA, in modo creativo, pertinente e atipico, mediante il nostro Evento Fluviale della Chiena. Di quelle selezionate, se danneggiate, intervenire con un restauro appropriato.
c) operare una selezione di tutte il materiale fotografico e doumentario cartaceo.
d) rifotografare tutte le opere, in modo adeguato, per lo scopo prefissato.
e) il trasporto delle opere, da Campagna a Napoli, e in altre città. 
f) un possibile catalogo riepilogativo e documentario.

Nell'attesa di una sua, ai fini di un'operatività organizzativa, concreta, e scusandoci per il ritardo dovuto a motivi contingenti, formuliamo i nostri più distinti saluti.

Con delega del Presidente Santino Campagna,
il Direttore Artistico dell'Associazione Utopia
Angelo Riviello

sabato 8 novembre 2014

Lulu Lolo: Pilgrimage - Homage to Amedeo Modigliani for Angelo Riviello Post#12

Lulu Lolo: Pilgrimage - Homage to Amedeo Modigliani for Angelo Riviello Post#12

Pilgrim: Angelo Riviello
Date: October 17,2014
Place: Père Lachaise Cemetery
The Pilgrimage Request: Visit for me the grave of Amedeo Modigliani. An artist friend and rival of Picasso, who in his greatness he had the misfortune to die young.

The Pilgrimage: I had years ago made my own pilgrimage to Modigliani’s grave—and also a pilgrimage to look up at the window of the house where Jeanne Hébuterne, pregnant with their second child, in despair over the death of Modigliani, flung herself out of the window to her death.
They are buried together—now since 1930 when Jeanne’s family relented and allowed them to be united in death. 
His epitaph: “Struck down by death at the moment of glory” Her epitaph: “Devoted companion to the extreme sacrifice.” Their year and half old daughter Jeanne survived her parents.
The grave at my visit contained—remembrances of flowers, paintbrushes wrapped with ribbon, notes and drawings, and cigarettes.
While I was at the grave, a tour group came by and the tour guide immediately pointed to me and said, “You are Italian!”
and then proceeded to read my pilgrimage sign aloud—stating that this was a pilgrimage for: “Angelo Riviello”
 http://en.wikipedia.org/wiki/Amedeo_Modigliani
And just across the way is the grave for Édith Piaf—a black headstone covered with floral tributes.  I thought her grave would  simply say “Édith Piaf”—instead there was a more formal inscription  “Madame LAMBOUKAS dite Edith Piaf.”http://en.wikipedia.org/wiki/%C3%89dith_Piaf 
 
http://en.wikipedia.org/wiki/%C3%89dith_Piaf

http://en.wikipedia.org/wiki/Amedeo_Modigliani

giovedì 23 ottobre 2014

FORNACE FALCONE - "Cilento Outlet Village"

FORNACE FALCONE - "Cilento Outlet Village"
E' stato inaugurato ad Eboli - Salerno, nel Centro Commerciale "Cilento Outlet Village", un nuovo spazio da FORNACE FALCONE. E' il primo centro commerciale in Italia ad avere uno spazio, un contenitore che produce Cultura. E' l'ultima idea-scommessa della Fornace Falcone. Si tratta di un grande spazio-galleria, di oltre cinquecento metri quadrati, un contenitore di idee e di progetti artistici, una sala polivalente dedicata all'arte contemporanea ed alla cultura, superando la banale opposizione tra cultura e consumi. L'idea non nasce dal nulla, ma da un lungo lavoro di promozione degli artisti su tutto il Territorio, secondo un progetto ampio e ramificato che Valerio Falcone - giovane imprenditore e mecenate delle arti - ha portato avanti negli ultimi anni. Valerio Falcone giovane imprenditore, già amministratore unico della Falcone Immobiliare Srl, lavora oltre 15 ore al giorno con ritmi computerizzati. Ha fatto della sua passione per l'arte e il design la sua principale fonte di ispirazione. Tra i suoi amici i più importanti artisti, critici e galleristi in Europa.
A Montecorvino Rovella in provincia di Salerno una delle sue tante passioni, l'Azienda Fornace Falcone, famosa in tutto il mondo per la realizzazione di manufatti in terracotta. I suoi prodotti sono presenti nelle ville, nei palazzi e nei siti più importanti. In quest'ultima vengono a lavorare, quotidianamente, artisti da ogni parte del mondo. Da diversi anni promuove importanti eventi culturali. 

Nel nuovo spazio espositivo del "Cilento Outlet Village" è già iniziato il primo programma culturale che si chiama "Materie1" al quale prenderanno parte artisti importanti tra cui Aniello Barone, Michele Calocero, Dario Di Sessa, Carlo Ferrara, Angelo Marra, Paolo Novi, Pasquale Napolitano, Gaetano Paraggio, Pio Peruzzini, Franco Sortini, Benito Vertullo, Enrico Grieco, Angelo Maisto, Franco Longo, Danilo Maestosi, Paolo Bini, Angelomichele Risi, Pino Latronico, Federica D'Ambrosio, Felix Policastro, Giovanni Loria e curatori importanti tra cui Francesca Blasi, Valerio Dehò, Marcella Ferro, Marcello Francolini, Rino Mele, Erminia Pellecchia, Pasquale Ruocco. Vieni a scoprire il nuovo spazio della Fornace Falcone al Cilento Outlet Village - SS 18 Eboli - Salerno.


FORNACE FALCONE per la CULTURA




E' il primo centro commerciale in Italia ad avere uno spazio, un contenitore che produce Cultura. E' l'ultima idea-scommessa della Fornace Falcone. Vienici a trovare al Cilento Outlet Village - S.s. 18 - Eboli (SA), scoprirai uno spazio nuovo, dinamico, pieno di idee e soprattutto potrai conoscere il nostro programma culturale, ricco di eventi importanti.

giovedì 16 ottobre 2014

Lulu Lolo - "Pilgrimage by Proxy: Paris Chapter"

LULU LOLO’S SYMBOLIC JOURNEYS FOR PEOPLE—AN INVITATION FROM 

LULU LOLO




Pilgrim: Fraser Ottanelli: 
Pilgrimage: Homage to the Communards

Pilgrimage by Proxy:  Homage to the Communards 
1871 and now 2014 in the Jardin du Luxembourg





Pilgrim: Fraser  Ottanelli:
Pilgrimage: Homage to the Communards
Date: October 14, 2014
Place: Jardin du Luxembourg
Pilgrimage Request: “Well since, I write about working people and their experiences my ‘histories’ do not usually end well. When I go to Paris I always try to give homage to those who fought for a better world. I would love a photograph of the plaque to the Communards executed in the Luxembourg garden. It’s on a wall by the large pond at the center of the park. It’s a small memorial and it’s good to get people there. Thank you for doing this for me.”
The Pilgrimage:  The search began as I walked past the 20 statues of the Queens of France—(thinking of how few statues to women there are in New York City).  I scanned the walls around the large pond in the center of the park, looking for the plaque.  As I walked, I thought of the past history of the park with people reading books and now all are intent on their laptops and cell phones.  Then there it was. I found the plaque! It marks the actual spot where thousands were executed against this wall. This moment of history, this plaque, goes unnoticed surrounded by people in chairs sunbathing, eating lunch, and in romantic interludes oblivious to the history of the past and also oblivious to our pilgrimage.
I stood there and marked the spot and saluted the Communards and you Fraser Ottanelli for your passion to honor history.
History of the Communards: When the Prussian Army advanced on Paris in the War of 1871, the French government and army retreated to Versailles. The citizens of Paris, especially the workers, the women, and all the lower classes formed the Paris Commune and banding together in a terrible bitter siege saved Paris and forced the Prussians to surrender.  When the French army and government returned to Paris, the Communards resisted their return to power. When the French army conquered the Communards, in what became known as “the bloody week”, thousands were executed without trial in the Luxembourg Gardens and at Père Lachaise Cemetery at what is known as the “Communards’ Wall  Mur des Fédérés”
 map of the Jardin du Luxembourg
http://www.senat.fr/visite/jardin/statues.html


Pilgrim: Clare Ultimo
Pilgrimage: Homage to Impressionism




Pilgrimage: Homage to the Apple for Aimee Tordoroff Part 1
Pilgrim: Aimee Todoroff
Date: October 19, 2014
Place: Verger Saint Paul, 97/99 Rue Saint Antoine, 75004
Pilgrimage Request: “I've always wanted to eat an apple in Paris. Could you do that for me? Crisp fresh slices or baked in a perfect pastry, it doesn't matter. Just as long as you get to taste an apple in Paris!” 

The Pilgrimage: Sometimes the simplest request becomes the most difficult—I wanted to honor Aimee’s request for an apple—but I was consumed with finding the perfect apple and the perfect apple tart—nothing seemed to measure up. I went to market place after market place and shop after shop—I wanted a beautiful display of apples that enticed me—to pick one.

And then it happened: in one of my favorite areas in Paris on the Rue Saint Antoine, a basket of apples beckoned and I took a bite! Success! the apple was delicious and juicy and one of the best I ever had. I had tasted an apple in Paris for Aimee.

I will be presenting Aimee with the bag that held my apple purchase.
http://www.aimeetodoroff.org/
Homage to Amedeo Modigliani for Angelo Riviello
Homage to Gertrude Stein, Part 2 for Annie Lanzillotto
Homage to Rue du Chat-qui-Pêche for Pat Donovan
Homage to Jean Jaurès for Kevin Baker
Pilgrim: Desirée Alvarez
Pilgrimage: Johanna Halford’s exhibition of Charcoal Paintings
Homage to Bouillon Charlier for Dan Gregory
Pilgrim: Kim Ablondi
Pilgrimage: 47 Rue du Caire, 75002
Pilgrim: Katherine Koch
Pilgrimage: Homage to Reid Hall
Pilgrim: Gerald Meyer and Luis Romero 
And Fraser Ottanelli
Pilgrimage: Homage to the Communards 
Pilgrimage: Homage to Statue of Liberty part 1
Pilgrimage: Homage to Statue of Liberty part 2 for Dave Herman Post #13
Pilgrim: Dave Herman
Pilgrimage: Homage to the Apple for Aimee Tordoroff Part 3
Pilgrimage: Homage to the Apple for Aimee Tordoroff Part 2
Pilgrim: Aimee Todoroff


LETTER:


Dear Parler Paris Reader,
LuLu in Paris - photo by by Christelle Das Neves
LuLu in Paris (photo by by Christelle Das Neves)
Actress and comedian (the Fabulous) Lulu LoLo and her husband, Dan, come to Paris often. Their dream to spend several months here came to a tragic halt this past year thanks to a series of family illnesses and issues that kept them closer to home -- New York City...but it didn't keep Lulu down. In fact, NOTHING keeps Lulu down that I know of.
She and Dan arrived in Paris this past week with five large purple suitcases filled with Lulu's eclectic wardrobe and a number of 'missions' -- or should I say 'pilgrimages?' In fact, that's become Lulu's "raison d'être" -- to do things and go places in Paris not for herself, but for other people! At brunch Sunday she showed us a list of about a dozen (or more) pilgrimages planned for her month in Paris.
Lulu is no ordinary actress/comedian, obviously. And to us, she's much more than that. She's a more-than-real person with a heart of gold, an amazing sense of humor, a streak of creativity to rival any great right brain and is a total pleasure to know. It's no wonder her friends and admirers ask her to do some pretty zany things on their behalf to which she wholeheartedly says, "Mais oui!"
In her own words, Lulu admits to "taking photos of the houses where the Brownings lived in Paris for an art historian lecture," "lighting a candle for someone at Notre Dame," "visiting a special grave at one of the cemeteries" and "bringing an author's book to a bookstore here." It's a rather unique service she provides -- one which is blossoming into a serious reason to be here, besides just the usual reasons to visit Paris.
LuLu LoLo Pilgrimage by ProxyPILGRIMAGE BY PROXY: Paris Chapter
LuLu LoLo’s Symbolic Journeys for People
"As I wander Paris, with each step you will be with me in spirit. I will walk in your shoes and a photo documentation will commemorate your “Pilgrimage By Proxy”:
* To a place you wish to revisit
* Or to a place you have never been
* Or I will perform an action you have always envisioned...You will be by my side in Paris.
Here's just a few of what's on LuLu's List just this trip:
* Visit where Jean Claude Vasseux lived with his family and the famous boulangerie nearby for the Kouglof in his memory.
* Go to the Eglise de la Sainte-Trinité for an organ concert.
* Bring a copy of “King Lear of the Taxi” to Shakespeare & Company.
* Hear the great Cavaillé-Coll Organ at Saint-Sulpice.
* Pick up fallen leaves (red and yellow), put them in a bag and scatter them in the wind from the middle of the Pont des Arts so that a swarm of leaves flies into the river.
* Take a photograph of the plaque to the Communards executed in the Luxembourg Gardens that's on a wall near the boating lake in the center.
* Visit the Café du Croissant where Jean Jaurès was assassinated.
* Visit Sajou for "Articles de mercerie de qualité fabriqués en France" at  47, rue du Caire 75002 Paris and purchase vintage boxes and cotton embroidery thread on cards,particulary the one with the Eiffel Tower.
* Visit my favorite Church -- Sainte-Chapelle and just walk around the interior and exterior for an hour.
* Eat an apple -- crisp fresh slices or baked in a perfect pastry, it doesn't matter.
* Visit the Théâtre des Automates at the Musée des Arts et Métiers.
 * Ride on a merry-go-round.
* Take a rock from beside the Statue of Liberty in Hawaii and place beside the Statue of Liberty in Paris.
* Walk fluidly through the Père Lachaise Cemetery wearing a very long handpainted scarf focusing on your solar plexus to place a stone near Isadora Duncan's tomb to honor her.
Lulu postcard Cafe - Pars, France* Go and see and sit in anything "impressionist"...the Musée d'Orsay...any cafe that is still open that used to be an impressionist hangout.
* Feed sparrows.
* Visit the Manufacture des Gobelins tapestry museum.
* Visit the Musée national du Moyen Age, formerly Musée de Cluny and find the Rose d'Or.  
* Visit the Basilique-Cathédrale de Saint-Denis, spend a few midday hours watching the subtle play of colored lights reflecting through the stained glass windows and on to the stone work.
* Eat a plate of raw mussels.
 * Go to a Gertrude Stein spot in Paris and write a power prayer.
* Take a pair of my shoes and walk in them. 
 * Have a glass of cognac in honor of Bill and sing "Everything is 
Coming up Roses."
And I love this one most of all...
* Walk from the Louvre to the Jeu de Paume collecting 24 fallen leaves from the ground, placing them in a ziplock bag. Take our 12 leaves from the bag and boil them until they become a mash. Spread the mash on the paws of the first lion sculpture you encounter in Paris. Transport the remaining 12 leaves to New York and I will collage them on a white archival museum board, dated and framed or otherwise kept in safe storage for a long long time thereafter.
LuLu may be booked up this trip, but if you have a pilgrimage you'd like done by proxy, perhaps for the next one (if it's interesting enough!), LuLu will grant you your wish!

Visit her Facebook page:
 https://www.facebook.com/ParisPilgrimage/timeline
or email: LuLu LoLo at fabulouslululolo@gmail.com.

A la prochaine...
Adrian Leeds, The Adrian Leeds GroupAdrian Leeds
Editor, Parler Paris & Director of The Adrian Leeds Group

n.b. Respond to Adrian
parler paris postmark150



LuLu LoLo’s Symbolic Journeys for People—an invitation. As I wander Paris, with each step you will be with me in spirit. I will walk in your shoes.
Biografia
LuLu LoLo is a New York based international performance artist, playwright/actor, and multidisciplinary artist. As a performance artist, symbolism, ritualism, memory, and myth, all contribute to the aesthetic spirit of LuLu’s art as seen in her performance as “Mother Cabrini, Saint of the Immigrants” in Campagna, Italy; and Paris, France, and when she appeared attired in top hat, white tie and tails as “The Gentleman of 14th Street” recreating the ritual of “tipping one’s hat as a sign of greeting” for Art in Odd Places: Ritual. LuLu recently performed as “The Gentleman/Mayor” at New York’s Flux Factory’s “Banquet for America”. 



LuLu combined her passion for research with performance art when she performed as “14th Street NewsBoy” attired in knickers and a cap for Art In Odd Places: Sign, New York City, hawking four weekly issues of the “14th Street Tribune” which she researched and wrote recalling the famous, notorious, and tumultuous events from the history of 14th Street. LuLu has also performed as “Dust Collecting Specialist”, in collaboration with the John Erickson Museum of Art (JEMA) collecting art museum dust in the major museums of Genoa, Italy; Paris, France; Belfast, Northern Ireland; and New York.



LuLu has written and performed seven one-person plays Off-Broadway highlighting her Italian immigrant family heritage, her passion for historical research and social justice especially as pertaining to the dramatic struggle of women in New York City’s past on such subjects as the Triangle Shirtwaist Factory fire; the lesbian lover of murder victim Kitty Genovese; the murder of Helen Jewett; women who fought in the Civil War disguised as men; and Aaron Burr’s tragic relationship with his daughter Theodosia Burr Alston. Her latest play portrayed the shameful treatment of the women consigned to the Magdalene Laundries in Ireland. A work in progress “Obits” a play based on lives revealed in obituaries was developed while LuLu was a Lower Manhattan Cultural Council Writer in Residence. Selected NY venues: New York International Fringe Festival, Metropolitan Playhouse, Wagner College, Hofstra University, StonyBrook University, Columbia University, and Columbus, Ohio National Gay and Lesbian Theatre Festival. Her work has been reviewed by The New York Times, Village Voice,Nytheatre.com, Bill Kaiser: On the Purple Circuit”, and in “A Lived History under Scrutiny: Italian American Performance Art", by Joseph Sciorra in Teaching Italian American Literature, Film, and Popular Culture, The Modern Language Association of America, NY, 2010.


https://www.facebook.com/ParisPilgrimage?ref=stream



http://www.lululolo.com/

Daily Calendar

Visualizzazioni totali

Loading...

Lettori fissi

Informazioni personali