sabato 19 gennaio 2013

Operazione Recupero di una Memoria dimenticata


Associazione Culturale Utopia Contemporary Art
Via Arcivescovo Carmine Cesarano, 17 - 84022 – Campagna (SA)
spazioutopia@alice.it - spazioutopia@gmail.com 


LETTERA APERTA
Al Sindaco del Comune di Campagna
Largo della Memoria – Campagna (SA)
Convento di S. Bartolomeo - CAMPAGNA (SA) Italy
Il Museo Etno-Antropologico e di Arte Contemporanea
PROPOSTA PER UN MUSEO diffuso

Nell’ex Convento dei Frati Domenicani ha compiuto il noviziato e celebrato la prima messa nella Chiesa di San Bartolomeo, Giordano Bruno, il più importante filosofo italiano di fama universale. Inoltre vi sono conservate le opere degli artisti, che diedero un notevole contributo nel recupero della “Chiena”, in attesa di sistemazione ed esposizione al pubblico, realizzate durante i laboratori della Rassegna dell'Acqua-La Chiena, dal 1985 al 1994, e dell’edizione 1997, facente parte della sezione Museo Etno-Antropologico (cultura contadina) e di arte contemporanea, con un notevole numero di oggetti raccolti (dal 1982 al 1994), catalogati tra il 2002 e il 2003, unitamente ad un inizio di biblioteca museale sugli argomenti specifici.
Il Museo Etno-Antropologico e stato costituito a partire dalle donazioni e dalla collaborazione gratuita della cittadinanza ed ha assunto nel tempo la chiara conformazione di luogo della memoria collettiva, per una comunità che intende gli spazi del museo come cosa autenticamente pubblica, cui contribuire con generosità e senso di civiltà. Il museo raccoglie la documentazione materiale della storia del paese e dei suoi uomini, con i loro manufatti e gli strumenti delle attività quotidiane: dalle botteghe artigiane di mestieri ormai scomparsi agli oggetti di consumo della tecnologia di varie epoche.
Attualmente l'edificio è sede, ad esclusione dell’ultimo piano, dell’Itinerario della Memoria e della Pace, un percorso culturale con pannelli fotografici-didattici riportanti documenti e foto attinenti al campo di internamento fascista, alla permanenza degli ebrei durante il secondo conflitto mondiale, e alle figure di Giovanni e Giuseppe Maria Palatucci. Il percorso presenta la ricostruzione di una stanza degli internati e della sinagoga.
Per quanto sopra esposto, risulta evidente che il museo etno-antropologico e di arte contemporanea è stato di fatto dismesso e le opere d’arte e i reperti costituenti il museo sono depositati all’ultimo piano dell’ex convento.
Visto che l’Associazione Utopia è disponibile a collaborare con il Comune per il ri-allestimento del “MUSEO CIVICO ETNO-ANTROPOLOGICO E DI ARTE CONTEMPORANEA DIFFUSO” su tutto il territorio di Campagna, per dare alla pubblica visione tutte le opere d’arte e tutti i reperti attualmente depositati nell’ultimo piano del convento e in altri luoghi pubblici.
Per attuare ciò è necessario: predisporre un sopralluogo, nell’ex Convento di S. Bartolomeo, nella sede del Comune ed eventualmente in altri luoghi, per prendere visione del materiale disponibile e dello stato di conservazione; lanciare una pubblica manifestazione d’interesse rivolta principalmente ai privati disponibili ad adottare e ad ospitare le opere e gli oggetti costituenti il museo diffuso. 
Pertanto, chiediamo un incontro in tempi brevi, da Lei predisposto, per discutere in merito.
Campagna, 16/01/2013
Cordialmente
Santino Campagna
(Presidente dell’ Associazione Culturale Utopia Contemporary Art)


Nessun commento:

Daily Calendar

Visualizzazioni totali

Loading...

Lettori fissi

Informazioni personali