sabato 15 dicembre 2012

Loghi d'autore per "Mattinarte"

Loghi d'autore per "Mattinarte"PAN Palazzo delle arti
via dei mille 60, Napoli
 fino al 30 dicembre 2012.


di Francesca Panico

martedì 11 dicembre 2012

MUTAZIONI HUMANE E PENSIERO


MUTAZIONI HUMANE E PENSIERO a Roma dal 22/12/2012 al 28/12/2012

International body Performance Art Festival Mutazioni Humane e Pensiero



22 DICEMBRE PRESSO LA GALLERIA MONDRIAN SUITE via dei Piceni 39, 00185 Roma
IL 28 DICEMBRE PRESSO LA FONDERIA 900 Via Assisi, 33 00181 Roma
Con il Patrocinio dell'Ambasciata del Cile

Il progetto "Mutazioni Humane e Pensiero" è un festival di Performance Art con ospiti di rilievo della scena performativa contemporanea internazionale dal Cile, la Germania e l'Italia che hanno svolto un ruolo importante nella diffusione di questo linguaggio nel loro paese di origine. 

La Performance art ha origine negli Stati Uniti D’America negli anni ’60. E' una particolare forma artistica dove l'azione di un individuo o di un gruppo, in un luogo particolare e in un momento particolare costituiscono l'opera. Performance Art significa che è dal vivo e che è arte, non teatro. Gli anni ’70 hanno anche visto l’apogeo della "Body Art" dove la carne dell’artista è la tela, usando e modificando il proprio corpo come se fosse una forma di scultura, di scultura sul vivente.

Il progetto "Mutazioni Humane e Pensiero" è un festival di Performance Art con ospiti di rilievo della scena performativa contemporanea internazionale dal Cile, la Germania e l'Italia che hanno svolto un ruolo importante nella diffusione di questo linguaggio nel loro paese di origine.
Il governo cileno, sostiene i propri artisti e consente loro di partecipare a questo festival totalmente indipendente.
Tra gli artisti Gonzalo Rabanal dal Cile, performer e curatore della Biennale Deformes, con le sue azioni in memoria della dittatura subita durante il periodo di Pinochet è un importante punto di riferimento artistico in Cile, simbolo di libertà e lotta agli orrori della dittatura in generale.
Dal Cile anche Pamela Navarro e Alperoa, coppia nell'arte e nella vita, come lo sono anche Verena Stenke e Andrea Pagnes (Germania-Italia) curatori del Performance Art Week di Venezia e autori di un progetto tra performance e cinematografia, promettono di coinvolgere il pubblico in una performance sul fallimento e l'amore estremamente poetica e struggente.Tra gli italiani Angelo Pretolani, il Collettivo Cercle, Marco Fioramanti e Monica Melani. Curatrici dell'evento le artiste italiane Kyrahm e Julius Kaiser, che nel loro percorso artistico sono state portavoce di un messaggio politico contro la discriminazione e la violenza di genere.

L'arte non ha regole, a un pittore non puoi rimproverare di aver violato i canoni. Lo scienziato deve invece rispettare le regole sottese ai fenomeni naturali. Personalmente amo considerare la matematica, la meccanica dei quanti, le strutture molecolari e altre costruzioni scientifiche come espressioni assolute di arte astratta. C'è una bellezza intrinseca nelle leggi della natura che non è facile cogliere, così come non è facile apprezzare all'istante un quadro di Picasso". (John D. Barrow).

Attualmente l'arte contemporanea ricorre sempre più spesso alla tecnologia, divenendo tecno-cultura, spesso manipolazione della natura e straordinario controllo di forze naturali. Nascono le tendenze degli artisti attuali ad usare e modificare il proprio corpo come se fosse una forma di scultura, di scultura sul vivente anche in maniera ESTREMA.

Se negli anni 80 e 90 l'attenzione all'intelligenza artificiale, al cyborg e alla biomeccanica era tale da indurci a parlare di postumano, in questo affacciarsi al secondo decennio del 2000 non possiamo più non prendere in considerazione l'invisibile, la sostanza delle emozioni, la fisica del pensiero.

Per questo gli artisti saranno invitati ad elaborare delle performance che riflettano la necessità di una estensione ulteriore tra arte, carnalità, scienza e filosofia.
Kyrahm e Julius Kaiser




L'EVENTO SI SVOLGERà il 22 DICEMBRE PRESSO LA GALLERIA MONDRIAN SUITE via dei Piceni 39, 00185 Roma

IL 28 DICEMBRE PRESSO LA FONDERIA 900 Via Assisi, 33 00181 Roma

è consigliata la prenotazione via mail al seguente indirizzo:
humaninstallations[at]gmail.com

programma e informazioni:

http://www.mutazionihumane.blogspot.com/

http://www.mutazionihumane.it/

giovedì 6 dicembre 2012

Coexist. Eight different kind of fantastic art

Coexist.
Eight different kind of fantastic art
a cura di Ivan Quaroni

E-lite studiogallery
Corte San Blasio 1c | Lecce
8 dicembre 2012 – 26 gennaio 2013
Opening: sabato 8 dicembre ore 18:30

La mostra presenta con oltre venti opere una ricognizione nell’immaginario surreale di otto pittori 
italiani contemporanei:

Nicola Caredda
Anna Caruso
El Gato Chimney
Carlo Cofano
Jara Marzulli
Massimo Quarta
Tiziano Soro
Vania Elettra Tam


Comunicato stampa

per restituire uno spaccato rappresentativo dell’arte fantastica in Italia.

E-lite studiogallery continua il suo percorso espositivo in un costante dialogo con il sistema dell’arte sia internazionale sia italiano e dopo la personale dedicata all’astrazione della pittrice newyorkese Mary Obering, presenta dal prossimo 8 dicembre al 26 gennaio 2013 la mostra collettiva Coexist. Eight different kind of fantastic art, a cura di Ivan Quaroni: una ricognizione nell’immaginario surreale di otto pittori italiani contemporanei, ciascuno dei quali affronta con originalità il tema della rappresentazione non ordinaria della realtà.
Una mostra che punta lo sguardo sulla figurazione italiana per proseguire l’attenta opera di esplorazione dei più promettenti talenti artistici della scena contemporanea portata avanti dalla galleria leccese e che vede nella curatela di Ivan Quaroni, critico milanese attivo nella ricerca e nella promozione delle più recenti tendenze dell’arte contemporanea, una conferma della mission della galleria di porsi come crocevia per l’arte, creando scambi e gemellaggi con altre realtà nazionali e internazionali.
Con oltre venti opere inedite, Nicola Caredda, Anna Caruso, El Gato Chimney, Carlo Cofano, Jara Marzulli, Massimo Quarta, Tiziano Soro e Vania Elettra Tam, questi gli otto artisti selezionati da Ivan Quaroni, accompagnano lo spettatore in un viaggio al centro di quella che può definirsi un’attitudine, un’inclinazione comune: la facoltà dell’immaginazione attiva.
La mostra è realizzata da E-lite studiogallery in partnership con Vestas Hotels & Resort, promossa dal Comune di Lecce – settore Cultura e con la partecipazione di Maison de Créatif. Sponsor d’eccezione Nicolì Costruzioni, GeoArk Architettura d’interni e maison d’estia b&b.

Accompagna la mostra un catalogo con testo critico di Ivan Quaroni edito da Editrice Salentina.

info: elitestudiogallery.com


Daily Calendar

Visualizzazioni totali

Loading...

Lettori fissi

Informazioni personali